Le lettere d’amore di Eugenio Corti

Voglio il tuo amoreCari amici,
il prossimo incontro Ares sarà su Eugenio Corti, una delle “colonne” della nostra casa editrice. Presenteremo infatti le sue lettere di fidanzamento: Voglio il tuo amore – Lettere a Vanda 1947-1951. E a raccontarci il libro sarà proprio Vanda Corti, compagna inseparabile di una vita e curatrice della memoria letteraria dell’autore del Cavallo rosso.
L’appuntamento è per martedì 5 novembre alle 18.30 nella nostra biblioteca (Edizioni Ares – via Santa Croce 20/2 – Milano).

Vi lascio sotto qualche informazione sul libro. Come sempre, è gradita la conferma della partecipazione.
Vi aspettiamo!
Alessandro

IL LIBRO
«Nella mia solitudine, quando ho visto te, mi è sembrato che la tua bellezza esteriore non fosse, come molte, soltanto esteriore, ma fosse lo specchio di quella dell’anima»

«Quello che io sono tu lo potrai leggere in un libro che ho pubblicato in questi giorni… te lo donerei io, se potessi rivederti…».

Inizia così, la sera del 14 luglio 1947 , l’intensissimo carteggio tra Eugenio Corti e la giovane studentessa di lettere Vanda di Marsciano, con cui si sarebbe sposato quattro anni dopo in Assisi.
È una corrispondenza che mette a nudo l’anima di due giovani segnati dalla Seconda guerra mondiale, con i chiaroscuri di un legame inizialmente sofferto che diventerà poi inossidabile.
Chiunque abbia vissuto un’esperienza d’amore si ritroverà in queste pagine, pagine che restituiscono intatta la capacità narrativa di Eugenio e sorprendono per la vivacità dei racconti di Vanda: una lettura che attrae e coinvolge, con la forza di un grande romanzo famigliare.

GLI AUTORI
Eugenio Corti (1921-2014) nacque e visse a Besana in Brianza. Nella tranquillità della sua casa e del suo giardino realizzò la sua vocazione di scrittore, impegnandosi fortemente nello studio e nel racconto di quanto aveva visto e vissuto. Nel capolavoro Il cavallo rosso, un romanzo in cui la grande storia si intreccia con la quotidianità della piccola storia di un paese della Brianza e di una famiglia, quella di Corti, ha lasciato una decisiva testimonianza dei travagliati anni del secolo scorso.

Vanda dei Conti di Marsciano, nata a Perugia nel 1927. Nel 1949 si laurea in Lettere all’università Cattolica di Milano. Ha lavorato nella Scuola Media dal 1963 fino al 1996, prima come insegnante poi come preside. Compagna fedele di una vita, abita tuttora nella casa di Besana, dedita a custodire la memoria letteraria del marito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *